La salute e la sicurezza dei nostri Lions, dei nostri impiegati e delle nostre comunità sono la nostra massima priorità.

Leggi la

nostra risposta

al COVID-19.

Unisciti alla LCIF nel suo impegno a sostenere gli interventi di soccorso dei Lions facendo una donazione al 

Fondo per i soccorsi in caso di disastri.

Il Centro Lions-Carter Partner per la vista

La partnership con il Carter Center è tra le relazioni più importanti e durature del programma SightFirst e della Fondazione Lions Clubs International (LCIF). SightFirst, uno dei principali programmi della LCIF, finanzia le iniziative per sconfiggere le cause della cecità prevenibile e reversibile e fornisce assistenza ai non vedenti e agli ipovedenti.

Pronti alla sfida

 

Dal 1994 la LCIF ha approvato più di 60 contributi per la lotta alla cecità dei fiumi e al tracoma per un totale di oltre 67 milioni di dollari. La cecità dei fiumi, o oncocercosi, è una malattia trasmessa da un parassita che conduce alla cecità. Il tracoma è la principale causa di infezione che provoca la cecità nel mondo. I programmi che nascono dai partenariati di SightFirst con il Centro Lions-Carter sono tra le iniziative globali per la vista più ambiziose e di successo e hanno portato a cambiamenti misurabili in Africa e nelle Americhe. 

La nostra collaborazione con il Carter Center ha portato alla distribuzione di oltre 236 milioni di trattamenti per debellare la cecità dei fiumi e di oltre 177 milioni di trattamenti per arrestare la cecità causata dal tracoma. Sono stati eseguiti oltre 799.000 interventi chirurgici salvavita per fermare il tracoma in stato avanzato e sono stati costruiti più di 3,2 milioni di impianti igienici per ridurre la trasmissione dell'infezione.  

Ieri inermi, oggi pieni di speranza

 

A seguito delle iniziative condotte grazie al partenariato con il Centro Lions-Carter, l'Organizzazione Mondiale della Sanità ha verificato che quattro paesi delle Americhe - Colombia, Ecuador, Messico e Guatemala - hanno debellato la cecità dei fiumi. Inoltre, in grandi aree del Sudan, dell’Uganda, della Nigeria e dell’Etiopia la trasmissione della cecità dei fiumi è stata bloccata, con conseguente sospensione della somministrazione di farmaci di massa. Inoltre, la regione di Amhara (Etiopia) in cui si riscontra la massima prevalenza del tracoma, ha assistito a un’interruzione della somministrazione di farmaci di massa per oltre 5 milioni di persone che non richiedono più il trattamento per prevenire la malattia. Inoltre, le liste d'attesa dei pazienti che richiedono un intervento chirurgico si riduce ogni anno in modo esponenziale. Milioni sono oggi liberi da queste malattie grazie al partenariato del Centro Lions-Carter Center e al supporto dei Lions. Questi risultati non sarebbero stati raggiunti senza gli iniziali investimenti della LCIF e il costante sostegno e supporto dei Lions club nei singoli paesi. Nel 1994 l'Assemblea Mondiale della Sanità ha adottato la risoluzione WHA 47.32 per chiedere la distribuzione di massa di farmaci per l'oncocercosi e nel 1998 la risoluzione 51 51 WHA, mirando a debellare il tracoma in tutto il mondo come problema di salute pubblica.

Una grave crisi che interessa la vista

 

La cecità dei fiumi e il tracoma sono malattie totalmente prevenibili. Tuttavia, l’Organizzazione Mondiale della Sanità fornisce delle stime che devono farci riflettere*:

  • 20,9 milioni di persone colpite dalla cecità dei fiumi;  1,15 milioni hanno perso la vista a causa di un parassita.
  • Il 99% delle persone che hanno contratto la cecità dei fiumi si trovano in Africa - anche in Yemen e America Latina (Brasile e Venezuela)
  • 142 milioni di persone sono a rischio di cecità da tracoma, una condizione irreversibile.
  • Il tracoma è un problema di salute pubblica in 44 paesi, principalmente in Africa.
  • Il tracoma è responsabile della cecità o della disabilità visiva di circa 1,9 milioni di persone.
  • Il tracoma è una malattia completamente prevenibile.

* Fonte: https://www.who.int/news-room/fact-sheets/detail/onchocerciasis

Mobilitare le comunità

I Lions club locali mobilitano le comunità coinvolgendole nella distribuzione di farmaci di massa, nelle campagne per gli interventi chirurgici alla palpebra, nell’educazione alla salute e nella costruzione di impianti igienici. I Lions forniscono supporto tecnico continuo, monitorano i progressi e incontrano i leader influenti dei rispettivi paesi per promuovere una costante attenzione al problema della cecità dei fiumi e del tracoma. 

Un partner prezioso

 

Specialty Clubs Program Infographic

Lions Clubs International ha investito 415 milioni di dollari e ha lavorato per oltre un quarto di secolo nella lotta alla cecità prevenibile in tutto il mondo, aiutando anche 30 milioni di persone a migliorare e recuperare la vista.

Dal 1994 la LCIF collabora con il Carter Center per debellare la cecità dei fiumi e il tracoma. In poco più di venti anni la LCIF ha approvato più di 60 contributi per la lotta alla cecità dei fiumi e al tracoma per un totale di oltre 67 milioni di dollari. In particolare, grazie al programma SightFirst del Centro Lions-Carter:

  • sono stati forniti oltre 236 milioni di trattamenti per debellare la cecità dei fiumi;
  • sono stati forniti oltre 177 milioni di trattamenti per arrestare gli effetti devastanti del tracoma (cecità);
  • sono stati eseguiti oltre 799.000 interventi chirurgici salvavita per fermare il tracoma in stato avanzato;
  • sono stati costruiti più di 3,2 milioni di impianti igienici per ridurre la trasmissione dell'infezione. 

Grazie al continuo lavoro svolto in collaborazione, siamo fiduciosi che, insieme, raggiungeremo il nostro obiettivo comune: debellare la cecità dei fiumi e il tracoma.

Al centro della nostra attenzione

 
  • Alla guida del mondo per creare e consolidare centri e sistemi per le cure oculistiche, grazie a una maggiore disponibilità di capitali, alla fornitura di strumentazione e alla formazione di risorse umane.
  • Supportare le iniziative di livello nazionale per debellare le malattie che causano la cecità come la cecità dei fiumi (oncocercosi) e il tracoma, grazie alla formazione di volontari e alla supervisione, alla sensibilizzazione, ai servizi chirurgici e alla distribuzione di farmaci adatti.
  • Guidare la risposta globale all’errore rifrattivo non corretto, supportando progetti di assistenza oculistica di alta qualità, sostenibili e di grande impatto.
  • Migliorare ed espandere i programmi di screening della vista supportati dai Lions per adulti e bambini.

La nostra missione

Rafforzare i sistemi per la cura della vista in comunità svantaggiate, dando a queste la possibilità di combattere la cecità e la perdita della vista e assistere i non vedenti e i videolesi.