La salute e la sicurezza dei nostri Lions, dei nostri impiegati e delle nostre comunità sono la nostra massima priorità.

Leggi la

nostra risposta

al COVID-19.

Unisciti alla LCIF nel suo impegno a sostenere gli interventi di soccorso dei Lions facendo una donazione al 

Fondo per i soccorsi in caso di disastri.
Home The Lions Blog Un percorso apparso subito chiaro per contrastare il diabete nella sua comunità

Un percorso apparso subito chiaro per contrastare il diabete nella sua comunità

Reannon Muth Ottobre 11, 2019

Pat Ryan, un abitante dello Stato del Kentucky, torna a casa con una missione ben precisa in mente dopo aver partecipato a Chicago alla Convention 2017 di Lions Clubs International: aiutare a sottoporre 100.000 persone allo screening del diabete.

Ryan si sente motivato a unirsi alla lotta contro l’epidemia globale del diabete in parte perché dove abita conosce delle persone che ne soffrono.

Grazie ai Lions, mi sento maggiormente responsabilizzato. Ho il loro sostegno. Ho il supporto del Lions club.

“Abbiamo uno dei tassi più alti di diabete di tutto il paese”, afferma Ryan. Secondo Kirsten Rowland, direttrice associata presso l’American Diabetes Association di Lexington, circa 567.000 persone sono diabetiche nello Stato del Bluegrass e aggiunge: “Di queste, si stima che 108.000 non sappiano neppure di averlo”.

Ryan è motivato anche da quello che ha visto sul palco della Convention Lions. Guardare il Past Presidente Internazionale Bob Corlew fare un appello ai Lions perché aiutassero a prevenire e aumentare la sensibilizzazione sul diabete è stato stimolante e, in un certo senso, fortuito. Per questo insegnante di scienze e allenatore di atletica in pensione, l’epidemia del diabete non è soltanto una causa giusta da sostenere, ma anche una malattia che ha conosciuto personalmente.

Una battaglia vicina al suo cuore
Ryan è un uomo alto 1,72 m di 72 Kg, ma nel 2015 ne pesava circa 118. Era gravemente obeso. “Potevo a malapena camminare per strada senza perdere il respiro”, afferma Ryan.

Era anche diabetico.

Pat before weight loss

Un giorno, durante una visita medica, la vita di Ryan è cambiata radicalmente: il suo medico gli ha diagnosticato una malattia renale cronica di stadio 3. “Quello è stato il campanello di allarme”, afferma Ryan. Era arrivato al punto di svolta: ha cominciato a mangiare più frutta e verdura e a camminare dai 3 ai 6 chilometri al giorno. Nel tempo è riuscito a perdere 45 Kg. Un anno dopo, Ryan è tornato a farsi visitare dal suo nefrologo e in quell’occasione la nuova diagnosi è stata rimarchevole: non solo la sua malattia renale era scesa allo stadio 1, che è normale per un uomo di 71 anni, ma dopo 16 anni, il suo medico aveva aggiornato la sua diagnosi da “diabete” a “prediabete”. I livelli di glucosio nel suo sangue erano rientrati di gran lunga nella norma e non doveva più assumere dei farmaci.

È successo durante la sua partecipazione alla celebrazione del Centenario a Chicago e Ryan è stato commosso nel dare ascolto all’appello rivolto ai Lions di mobilitarsi per aiutare chi era affetto dal diabete o era a rischio di contrarlo. Al suo ritorno in Kentucky, Ryan ha iniziato a lavorare su una domanda di contributo della LCIF per la lotta al diabete che avrebbe dato al suo Distretto 43 Y i fondi necessari per organizzare degli screening e condurre delle riunioni di follow-up con i soggetti a rischio. In maggio del 2019 il Distretto ha ricevuto un contributo di 67.500 USD con cui i Lions hanno potuto iniziare a sottoporre da 10.000 a 20.000 persone agli screening, un numero che col tempo è aumentato. 

Dove c'è bisogno, ci sono i Lions
Richard Heine, Presidente della Fayette County Diabetes Coalition (FCDC), ha aiutato Ryan e il distretto a compilare la domanda. Formata nel 2002, la FCDC lavora in affiliazione con il dipartimento di sanità e con diverse scuole locali, chiese, aziende e ospedali.

Sin dall’inizio, Ryan era insistente sul fatto che il Distretto 43 Y dovesse fare di più che svolgere il ruolo di finanziatore di eventi. “Se vogliamo servire, dobbiamo ricordare che servire significa molto di più che firmare degli assegni”, ha affermato Ryan. Quando i Lions hanno aiutato per esempio la American Diabetes Association (ADA) a organizzare il “Tour de Cure” in maggio del 2018, lui e altri Lions hanno aiutato a installare i cartelloni, a collocare i cestini dei rifiuti e a montare gli stand. Tramite questo evento ciclico di marcia/corsa/ciclismo, la ADA ha raccolto 200.000 USD per la ricerca e la formazione sul diabete e per il sostegno alla prevenzione e cura della malattia.

Rowland ritiene che sia necessaria una maggiore formazione affermando: “Penso che una grande sfida sia diffondere le informazioni mediche importanti a chi ne ha bisogno. Per combattere l’epidemia del diabete, dobbiamo fare più screening e poi fare arrivare le informazioni a chi è prediabetico e diabetico per aiutare a prevenire e gestire il diabete”.

Anche se Ryan ha di fronte una corsa in salita nella sua missione di sottoporre allo screening 100.000 abitanti del Kentucky, continua a essere ottimista, in parte perché sa che non dovrà fare tutto da solo. Ha il supporto non solo dal suo club, dalla Fayette County Diabetes Coalition e dalla American Diabetes Association, ma anche dalle rete globale dei Lions.

“Grazie ai Lions, mi sento maggiormente responsabilizzato. Ho il loro sostegno. Ho il supporto del Lions club”.

Pat Ryan

Affrontare la sfida, insieme
Nel frattempo, i Lions di Lexington hanno collaborato per raccogliere fondi e anche per aumentare la sensibilizzazione. Nel 2017 durante la fiera del Bluegrass, da loro organizzata da quasi 60 anni, hanno raccolto 175.000 USD per più di 20 enti caritatevoli locali, tra cui la ADA. Ryan stima che 12.500 USD dei profitti della fiera del 2018 saranno devoluti agli enti di beneficenza che supportano la prevenzione e la cura del diabete.

Il club ha celebrato il suo progresso condividendo le foto dei service in due pagine su Facebook del club che contano 13.000 follower e tramite i media locali. Di recente, le attività di relazioni pubbliche del club hanno dato i loro frutti. “Abbiamo avuto una grande copertura della Diabetes Kids Day su una stazione televisiva locale e una storia in prima pagina sul nostro giornale locale”, ha aggiunto Ryan.

Kirsten Rowland è grata del lavoro che Pat Ryan e il Distretto 43 Y hanno svolto per aiutare la American Diabetes Association e raccomanda ai Lions ovunque di fare la loro parte per partecipare attivamente. Quattrocento milioni di persone hanno il diabete nel mondo e si prevede che questo numero aumenterà a 650 milioni entro il 2040. “Ci sarà bisogno di tutti per avere un aiuto nel fare una differenza nel diabete e in definitiva nel trovare una cura”.

Fate la valutazione del rischio di tipo 2 della IDF o usate la guida alla pianificazione di un progetto per la lotta al diabete di tipo 2 per pianificare il vostro prossimo progetto di screening per la Giornata Mondiale del Diabete del 14 novembre 2019!


Reannon Muth è uno scrittore di viaggi e direttore con sede a Las Vegas, Nevada.