Home Pronti alla sfida: la lotta alla cecità dei fiumi
 

Pronti alla sfida: la lotta alla cecità dei fiumi

Bill Hatzos Maggio 14, 2019

Nel mondo in cui viviamo il 40% della popolazione non dispone di acqua a sufficienza e di fronte a questa realtà è difficile pensare che ci siano persone disposte ad abbandonare le loro case che sorgono in prossimità di terre fertili, fiumi e canali. In alcuni casi queste persone devono farlo e per un motivo molto valido.

La oncocercosi.

Comunemente nota come “cecità dei fiumi”, la oncocercosi è un’infezione causata da mosche nere infette che prolificano lungo i corsi d'acqua. I principali sintomi di questa malattia sono un forte prurito, irritazione, scolorimento della pelle e malattie degli occhi che possono causare la cecità irreversibile. La devastazione va oltre i danni causati a chi ne è affetto.

Molte persone abbandonano le loro case sulle rive dei fiumi, le loro terre e il loro bestiame semplicemente per evitare di contrarre la malattia causando un danno economico che si ripercuote sulla produttività di molti villaggi che si trovano in alcune delle aree più povere del mondo.

Una crisi disperata che interessa la vista
Le seguenti stime fornite dalla Organizzazione Mondiale della Sanità devono farci riflettere:

  • Almeno 25 milioni di persone sono affette dalla oncocercosi e 123 milioni di persone vivono in aree ad alto rischio di contagio.
  • Circa 300.000 persone sono non vedenti, mentre altre 800.000 hanno problemi alla vista causati dal parassita che trasmette questa malattia.
  • Quasi il 99 percento di chi ne è infetto vive in Africa.

La LCIF ha distribuito 293 milioni di dosi di Mectizan® grazie ai suoi contributi (218 milioni dei quali sono stati il risultato della sua collaborazione con il Centro Carter).


L’operato di SightFirst
Uomini, donne e bambini convivono con il dolore e la sensazione di bruciore e prurito causata dalla oncocercosi; tutti possono essere soggetti alla malattia. I genitori perdono la vista e l’abilità di prendersi cura dei loro figli. I bambini sono distratti a scuola. In prima linea per la cecità evitabile, i Lions sapevano che dovevano intervenire e fare quello che potevano. Dove c’è bisogno, lì c’è un Lion.

Dal 1993 la Fondazione Lions Clubs International (LCIF) ha assegnato 44,8 milioni di dollari USA per supportare la distribuzione del Mectizan®, il medicinale per la cura della cecità fluviale, a circa 293 milioni di persone in 15 paesi dell'Africa e dell'America Latina. SightFirst ha favorito la formazione di oltre un milione di volontari nelle comunità per la distribuzione del medicinale. La collaborazione della LCIF con le iniziative African Program for Onchocerciasis Control e Onchocerciasis Elimination Program of the Americas è essenziale per le nostre attività volte a fare in modo che l'oncocercosi non sia più un problema di salute pubblica.

Nel 1996 la LCIF ha approvato i primi fondi per il controllo dell’oncocercosi in Camerun; sono stati approvati 2.063.400 US$ per un contributo che è stato diviso tra il Centro Carter, il Sightsavers, la Helen Keller International e la International Eye Foundation. SightFirst è in stretta collaborazione dal 1999 con il Centro Carter, un leader nella lotta all'oncocercosi.

La proficua collaborazione con le ONG, i ministeri della salute, i governi, le aziende del settore privato, le agenzie delle Nazioni Unite, per citarne alcuni, sta raccogliendo buoni frutti. La Colombia e l’Ecuador sono le due prime nazioni al mondo ad aver fermato completamente la diffusione dell'oncocercosi grazie alla prevenzione, alle cure e all'educazione sanitaria. In Africa, gli studi recenti hanno evidenziato per la prima volta la fattibilità di eliminare la malattia in alcune aree. Questi progressi verso l'eliminazione dell'oncocercosi non solo prevengono la cecità, ma consentono anche alle persone di tornare alle proprie terre e di ripristinare le loro economie locali.

Sempre più vicini alla sconfitta della cecità dei fiumi
Oggi la trasmissione dell'oncocercosi è stata interrotta negli stati nigeriani di Plateau e Nasarawa, aprendo le porte a un futuro più luminoso per questo paese che risulta essere quello maggiormente colpito da questa malattia endemica. Inoltre, grazie al supporto della LCIF, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha verificato che la Colombia ha debellato l’oncocercosi nel 2013, seguita dall’Ecuador, dal Messico e dal Guatemala rispettivamente negli anni 2014, 2015, e 2016.

Fino ad oggi, la LCIF ha fornito quasi 45 milioni di dollari USA in contributi per la lotta all’oncocercosi in tutto il mondo, inclusi 28 milioni di dollari USA tramite una partnership con il Centro Carter.

Fondato dall’ex Presidente degli Stati Uniti (e Lions) Jimmy Carter e dalla ex First Lady Rosalynn Carter, il centro lavora per mantenere la pace, combattere la malattia e costruire un futuro di speranza. La LCIF ha distribuito 293 milioni di dosi di Mectizan® grazie ai suoi contributi (218 milioni dei quali sono stati il risultato della sua collaborazione con il Centro Carter).

Supportiamo i Lions, siamo al servizio dell’umanità e diamo speranza
Il dolore, la deturpazione e la perdita della vista causati dalla cecità dei fiumi sono evitabili. Grazie alla collaborazione della LCIF con il Centro Carter e alle generose donazioni da parte delle principali aziende farmaceutiche come la Merck, l'eliminazione globale della cecità dei fiumi potrebbe essere vicina.

Quasi il 75% dei problemi alla vista possono essere evitati o curati, spesso con pochi dollari. La LCIF continuerà il suo impegno che va avanti da oltre un quarto di secolo a eliminare la cecità evitabile nel mondo che ha visto, tra le altre cose:

  • 30 milioni di persone aiutate a migliorare o a recuperare la vista.
  • Investimento di 415 milioni di dollari USA per offrire assistenza a un numero sempre maggiore di persone in tutto il mondo.

Cliccando su questi link troverai maggiori informazioni sulla missione della LCIF tramite la Campagna 100: LCIF Potenza del Service, che rende possibili storie simili a questa tramite i nostri contributi.

Clicca sul pulsante qui sotto per saperne di più sulle iniziative mirate a debellare la cecità causata da un’infezione, ridurre la cecità evitabile e le menomazioni visive, e migliorare in generale la qualità di vita di chi soffre di menomazioni visive.

Scarica l’eBook


Bill Hatzos è lo specialista senior del marketing per la Fondazione Lions Clubs International.